Smartwatch Huami Amazfit Verge Bianco Garanzia Italia

Nuovo prodotto

 *** POSSIBILITA' DI RITIRO IN SEDE IN PROVINCIA DI CASERTA ***

Maggiori dettagli

10 Articoli

129,00 € tasse incl.

GARANZIA ITALIA

Amazfit Verge è una delle ultime creazioni di Huami, una delle numerose startup acquisite e controllate dalla celebre casa cinese Xiaomi. Si tratta di un dispositivo che rappresenta un po’ un cambio di rotta rispetto al passato del mondo dei wearable Amazfit, con l’introduzione di feature hardware che non erano state mai viste in precedenza sulla serie Amazfit e qualche piccola chicca software che rende più completa l’esperienza d’uso.

  • Processore 1.2 GHz Dual Core
  • Memoria RAM 512 MB
  • Memoria interna 4 GB (storage abilitato per multimedia)
  • Display 1.3″ AMOLED risoluzione 360 x 360 pixel con vetro Gorilla Glass 3
  • Sistema Operativo proprietario
  • Connettività GPS, GLONASS, Bluetooth 4.0
  • Sensori Accelerometro, Bussola, Battito cardiaco, intensità luminosa
  • Batteria 390 mAh

UNBOXING

La scatola è molto minimale, ma non si risparmia i dettagli riguardo alle specifiche tecniche del device, che sono riportate su alcuni dei lati della scatola. La scatola è realizzata in cartone, è molto robusta ed elegante, e possiede quasi un aspetto premium.

All’interno di essa troviamo, oltre all’orologio (già dotato di cinturino in silicone), una basetta di ricarica proprietaria con una contattiera che riporta i collegamenti USB e un piccolo manuale di istruzioni. Una confezione piuttosto minimal ma che ha tutto ciò che serve per poterci permettere di utilizzare l’orologio sin da subito.

DESIGN E MATERIALI

L’orologio ha un design gradevole: non è troppo grande, e quindi non sfigura indipendentemente dalla dimensione del vostro polso. L’aspetto, seppur minimal, è piuttosto piacevole, e le linee molto semplici lo rendono un prodotto praticamente unisex, adatto quindi sia ad un pubblico maschile che femminile.

L’orologio è realizzato in plastica, fattore che lo rende molto leggero e resistente agli urti, ed èprovvisto di un cinturino in dotazione realizzato in un materiale siliconico che restituisce un buon feel e non dà troppo fastidio nelle situazioni di uso prolungato.

Attenzione però che i cinturini sono proprietari, e possiedono alcuni inserti realizzati appositamente per questo Amazfit Verge, quindi l’eventuale sostituzione del cinturino potrebbe derivare in una perdita dal punto di vista estetico.

SOFTWARE

La piattaforma software è proprietaria ed è compatibile con i sistemi operativi Android ed iOS. Per poter utilizzare lo smartwatch sarà necessario installare sul vostro smartphone l’applicazione Amazfit Watch dedicata, che abiliterà le funzionalità smart del vostro orologio.

L’interfaccia di questo sistema operativo è piuttosto semplice ed essenziale: nell’uso quotidiano è molto immediata e rapida nell’utilizzo. La navigazione nei vari menù avviene tramite una serie di swipe e tap, senza la necessità di dover operare all’interno di menù complicati e difficili da utilizzare tramite il display di uno smartwatch.

Attualmente non è disponibile il software in lingua italiana, ma è possibile installarlo sul dispositivo grazie ad una ROM sviluppata dal mitico Nicola Sagliano, che io ho ovviamente installato sul nostro Verge. La ROM va ad aggiungere alcune funzionalità dedicate soprattutto alla personalizzazione dell’interfaccia, senza stravolgere però le feature e le qualità di questo dispositivo.

È possibile impostare il risveglio del display al doppio tap oppure alla rotazione del polso, gesture che facilitano l’uso del dispositivo anche quando si fa fatica a raggiungere il pulsante di accensione. Il sistema di notifica è compatibile sia con Android che con iOS, anche se sul sistema operativo di casa Apple abbiamo una serie di limitazioni che riguardano le chiamate vocali: su iPhone non è infatti possibile rispondere alla chiamata dall’orologio, utilizzando il wearable come vivavoce per lo smartphone. Questa funzione è invece disponibile su Android, e sfrutta microfono e speaker integrati all’interno dello smartwatch.

Sfortunatamente non è possibile rispondere alle notifiche delle applicazioni di messaggistica, che a loro volta non includono la compatibilità con le immagini.

DISPLAY

Il display è una unità AMOLED da 1.3″ in risoluzione 360 x 360 pixel. Si tratta di uno dei punti forti di questo smartwatch, una caratteristica non facile da trovare sugli smartwatch più economici, che normalmente utilizzano altre tecnologie di display.

Il display di Amazfit Verge è davvero ottimo e garantisce una buona visibilità sotto la luce del sole, condizione che viene ulteriormente migliorata dalla presenza del sensore di luminosità dedicato al controllo della retroilluminazione del display. Sensore che, spesso, viene a mancare sui modelli di smartwatch più economici.

FUNZIONALITÀ SPORTIVE

Da questo punto di vista questo Amazfit Verge è davvero un prodotto completo: sono presenti i più disparati tipi di attività sportive, che sfruttano la sensoristica dello smartwatch per creare un profilo completo delle vostre attività e dei vostri allenamenti.

Io personalmente ho avuto modo di testare l’attività “Corsa” in una sessione di running: l’orologio ha riportato correttamente tutti i dati relativi alla sessione, come passo medio, distanza, cadenza e battito cardiaco medio rilevato. È possibile inoltre monitorare il consumo di calorie per poter ottenere un profilo più completo della vostra attività fisica.

Come fitness watch da amatori e appassionati mi sento di promuoverlo a pieni voti.

AUTONOMIA

L’autonomia è un altro punto forte di questo Amazfit Verge: nonostante la presenza di un display AMOLED, che quindi si trova in stato di costante consumo, a differenza dei display Trans Reflective montati sui modelli precedenti, l’autonomia è davvero buona.

Nel nostro test infatti siamo riusciti ad arrivare tranquillamente a 3 giorni di uso continuativo senza ricariche utilizzando tutte le funzionalità dello smartwatch compresi GPS e notifiche push continue. Mantenendo tutto attivo quindi siamo comunque in grado di superare agevolmente la giornata.

Se la funzionalità Always-On Display viene disattivata, la durata della batteria si estende ulteriormente, arrivando a coprire circa 5 giorni pieni di utilizzo senza ricariche intermedie. La batteria è sempre stata uno dei punti forti dei prodotti Amazfit, segno che, probabilmente, la compagnia investe molto tempo nell’ottimizzazione dei consumi relativa al software proprietario.

La ricarica avviene tramite una basetta proprietaria che espone semplicemente una contattiera USB che si collega a “molla” con i contatti esposti nella parte inferiore dell’orologio.

APPLICAZIONE

L’applicazione è la classica app Amazfit Watch che siamo abituati ad utilizzare. Attualmente, la versione iOS è afflitta da qualche piccolo problemino forse dovuto proprio all’introduzione della compatibilità con questo nuovo Amazfit Verge.

Problemi che non sono presenti invece sulla versione Android, che risulta essere molto più stabile. L’interfaccia per la consultazione è piuttosto semplice, e permette di visualizzare in maniera piuttosto efficiente tutti i dati raccolti dall’orologio, che vengono organizzati in grafici rappresentativi molto semplici da interpretare.

Il report fornito dall’applicazione, inoltre, è estremamente completo e dettagliato, e potrebbe fornire agli appassionati un quadro davvero completo della loro attività fisica.

Ovviamente, i dati sincronizzati dall’orologio potranno essere caricati sul cloud Amazfit per poterli eventualmente sincronizzare tra più dispositivi.

CONSIDERAZIONI FINALI

Si tratta di uno smartwatch finalmente completo, che rappresenta quindi una vera alternativa a Wear OS, che vi permetterà anche di spendere qualche cosa di meno. Attualmente, al prezzo al quale si trova, la concorrenza è veramente agguerritissima, ma appena il prezzo calerà leggermente, si tratterà di un prodotto davvero allettante che potrebbe farvi portare a casa qualche soddisfazione.

PayPal